Dietro lo Specchio

Se può una foglia,

illuminare un sentiero,

come può deprimersi un uomo,

di vita e tempo ancora pieno?

Muove i piedi, ma non cammina.

Non sa stringere i pugni, solo le dita.

Non lotta, non colpisce,

e prosegue, dunque, a sanguinare la ferita.

È un giro in tondo, un cerchio

di false conquiste, di verità nascoste.

Si acceca, si annebbia, allontana l’orecchio.

Copre i sensi, con una coperta dorata.

Egli non vede la foglia, né il sentiero.

Paura di perdersi. Desiderio di farlo.

Cadere per salire; chiudere gli occhi,

per aprirli davvero.


comments powered by Disqus

Correlato