Diderot News

Dubitare per credere, dubitare prima di credere!

Diderot.official

Il Salotto di Diderot

Lo spazio creativo inaugurato per raccogliere poesie, racconti, riflessioni e documentazioni. Un luogo dove si abbandona a volte la professionalità e ci si avvicina alla semplice creatività, più piacevole di questi tempi.

.js-id-Racconto

100/100

Vòta, pure oggi più bianca der cuppolotto de ‘na chiesa, più inutilizzata de un giocattolo dimenticato da un bambino capriccioso. E niente so’ comunque fiera de me stessa, nun ce sta un’altra tela in tutta la Capitale mejo de me, eh no, nun ce sta!

Bianco

Di notte, dal prato di fronte a casa sua si poteva vedere Ruggisce Risuona Ripete Un grigiore smagliante tra le dita. Vorrei una guerra, Ma sulla schiena Mi hai lasciato solo

Poesia, romanzo e scrittura

L’uomo è diverso dalla maggior parte degli altri animali perché ha il pollice opponibile. Alle scuole elementari è una delle prime cose che ci hanno insegnato, tra una nota per l’aver rubato la merenda del nostro compagno di classe e qualche lavoretto osceno per la festa della mamma.

Bile

La gente mi fa vomitare.

Equilibrio

È abituata a litigare continuamente con lui, si tormentano a vicenda e le mani volano da una parte all’altra.

Finalmente si respira

Ho trovato un taccuino sul quale appuntavo ogni pensiero.

Me soleggia la faccia

Non dormo mai, E quando dormo sogno… Praticamente vivo 24 ore de giorno… Che si sta vita nun te stressa, Te stressi da solo… Chiuso in un pensiero, Fori dal lavoro…

E sò Coscienza

Me svejo, si mai m’addormo, da npò d’anni, che quarcuno me conosce, sa chi so’, pure se poco! Me saluta, me fa ncenno co’ la mano, me scongiura de aiutallo

Lasciate entrare il cane

Finito il settimo e ultimo giorno di festa, smontiamo le tende e ci appropinquiamo a tornare a casa, non senza fare l’ultimo acquisto della stagione, una bustina piena di svariate droghe e che Pippo custodiva gelosamente nei coglioni.

Luce sulla collina

Il piccolo laboratorio sulla collina lavorava incessantemente e gli sfortunati ricercatori, dipendenti, curiosi che si erano ritrovati là dentro dovevano sottostare a ritmi di lavoro forsennati.

Battesimo d’Estate

Un’impronta sulla sabbia, fugace del vento, o del mare Si confonde con la mia, che sente la brace. Sotto di me, Il calore dai granelli traspare Sopra di me, il sole inventa l’estate.

Bill, il bicchiere

Quella che sto per narrarvi, non è una storia come le altre. Di solito si racconta di principi e principesse, draghi e spade, ma non stavolta. Ci sono delle volte in cui bisogna farsi paladini dell’altruismo, ed quello che sto per fare: vi parlerò di Bill, il bicchiere.

Dietro lo Specchio

Se può una foglia, illuminare un sentiero, come può deprimersi un uomo, di vita e tempo ancora pieno? Muove i piedi, ma non cammina. Non sa stringere i pugni, solo le dita.

Il Primo Attimo

Mi sveglio, tranquillo, perché so che ci sei. Esco di casa, tranquillo, perché so che c’eri. Torno a casa, tranquillo, perché so che ci sarai. Prima per accompagnarmi, poi per spronarmi.

Il suono del tuo sguardo

I tuoi occhi, su di me, fanno effetto. Luminosi e profondi, calamite roventi per i miei. Nulla potrebbe mai spegnere la scintilla Generata dal loro incontro. Ogni volta, cado, al loro interno, rapito.

L’età

L’altro giorno pensavo al significato dell’espressione “compiere gli anni”. Cosa significa, esattamente, esprimere “domani faccio gli anni”? Poco dopo, la mia coscienza mi ha suggerito un’interessante cambio di prospettiva: non siamo noi a compiere gli anni, ma è il mondo a torno a noi il vero protagonista dell’evento.

Lettera alla nitidezza

Ho l’impressione di vederci troppo bene. Mi sono fatto controllare e no, non ho nessuna patologia.

Ayudame

Arriviamo in stazione la sera tardi chiedendo un passaggio ad altri ragazzi che erano alla festa con noi.

Il dubbio

In questo stato apocalittico si sviluppano eterne e logoranti incertezze.

Il Marchese De Sade e la visione pasoliniana del fascismo

«Il mio modo di pensare, si dice, non può essere approvato. Ebbene, cosa me ne importa? Sarebbe un pazzo colui che adotti un modo di pensare solo per piacere agli altri.» (De Sade)

Ruggine

È notte, e c'è questo rumore, è fastidioso, io poi non dormo, anzi dormo troppo questi giorni, e quindi la notte non dormo, ci provo eh, non è che non mi impegni e solo che boh

Meet the Team

Soci Fondatori

Avatar

Alessandro Balzani

Consigliere generale

Avatar

Alessandro Cioffi

Web Designer

Avatar

Diego Landini

Presidente

Avatar

Flaminia Di Paolo

Vice-caporedattore, Graphic designer

Avatar

Francesca Di Pasquo

Responsabile video

Avatar

Francesca Motta

Caporedattore

Avatar

Lorenzo Feltoni Gurini

Vice-presidente

Avatar

Tommaso Mancini

Consigliere generale

Avatar

Valerio Garofalo

Social Media Manager

Contattaci